Contattaci CONTATTACI   CREDITS    
 
    Home HOME   LEGGE 383   PROGETTI   DOCUMENTAZIONE   FORUM   BANCA DATI DEL PROGETTO   LOGIN


Allenare le competenze all’innovazione in una moderna Associazione di sport per tutti
(Novembre 2008 – Novembre 2009)

La complessità della situazione italiana, riferita al mondo dello sport ma non solo, e la complessità della situazione associativa, sia sul piano dimensionale, sia operativo, che accentua sempre più il concetto di sportpertutti (senza spazi tra le parole a significare capacità di copertura verso ogni possibile domanda/bisogno di “movimento” da qualunque cittadino provenga), impongono una UISP più propositiva, proattiva, non solo reattiva. In questo quadro, il “project management” ha rappresentato l’anello di chiusura di un ragionamento generale teso a dare impulso e dinamismo ad una situazione gestionale interna che può rischiare talvolta difficoltà di rinnovamento e a livello organizzativo. Al tempo stesso, però, la modalità progettuale richiede energie e conoscenze magari non ancora presenti, esperienze non attingibili o non esistenti e, conseguentemente, risorse capaci di supportare la progettualità.
In quest’ottica, le competenze relazionali saranno al centro dei momenti formativi per il 2008 – 2009, attraverso concetti quali: proposizione del modello delle competenze, con particolare enfasi alla definizione di una check list delle competenze relazionali necessarie per ricoprire con efficacia il ruolo di “dirigente”; competenze espressive, con particolare attenzione ai fondamentali della comunicazione interpersonale; competenze organizzative, ossia dirigere e organizzare. Tale approccio implica un percorso didattico fondato su principi di psicologia sociale e dei gruppi, almeno nella misura necessaria a riconoscere i fenomeni principali che possono ostacolare le relazioni.
Tale impostazione sarà strettamente intrecciata ad un lavoro tecnico-sperimentale mirato a costruire competenze più "applicative", quali, ad esempio, conoscenza di strumenti per la preparazione/gestione di azioni di monitoraggio e rilevazioni di dati, capacità di leggere ed utilizzare leggi, normative, possibilità di finanziamento, il cui approfondimento avverrà nell’ambito della fase interregionale.

Obiettivi:

Il progetto si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi: A) Formare dirigenti, quadri e giovani futuri dirigenti su aree di fondamentale importanza ed interesse per lo svolgimento delle loro funzioni associative. B) Realizzare un intervento formativo ricorrendo ad un’impostazione metodologicamente flessibile; pertanto sia il ricorso a metodologie didattiche diversificate quali lezioni d’aula, focus group, outdoor, role playing, formazione a distanza, sia in riferimento a modalità formative per le quali si prevedono, a seguito di una didattica nazionale comune, specifici momenti di approfondimento tecnico-sperimentale a carattere interregionale. C) Rafforzare il processo di innovazione della cultura organizzativa della UISP Learning Organisation. D) Promuovere un modello di formazione a carattere nazionale che rafforzi i caratteri di sistema dell’Associazione sul piano identitario e valoriale e le conseguenti scelte operative.

Azioni:

Da un punto di vista metodologico, l’iniziativa si caratterizza per la sua flessibilità, su due livelli: le metodologie formative utilizzate e la strutturazione dei corsi di formazione ed aggiornamento.
Relativamente al primo livello, le tematiche oggetto della formazione saranno affrontate ricorrendo, funzionalmente agli obiettivi formativi prefissati, a diverse metodologie: in primo luogo, lezioni frontali d’aula centrate sulla componente teorica ma che daranno anche le opportunità di avviare il lavoro delle classi, al docente di presentarsi ai corsisti introducendo il programma esecutivo del corso, così come ai gruppi classe di incontrarsi e conoscersi de visu – elemento questo fondamentale per promuovere la motivazione dei corsisti – attivando la didattica. In secondo luogo focus group, outdoor, role playing, metodologie che per loro natura permetteranno di strutturare percorsi specifici, componente sperimentale, finalizzati a favorire l’apprendimento, sviluppando situazioni di esemplificazione delle principali dinamiche psico-sociologiche che si originano nei gruppi; infine formazione a distanza, intesa come e-learning puro, grazie al sito web http://legge383.uisp.it/ in cui saranno riportate le lezioni svolte, garantendo così, soprattutto in relazione alla fase di didattica interregionale, lo scambio e la diffusione dei contenuti trattate nei diversi corsi realizzati.
Relativamente al secondo livello, al fine di favorire il coinvolgimento del maggior numero di utenti possibile, nonché di promuovere un approfondimento applicativo funzionale a quanto sviluppato nella didattica nazionale, è stata pianificata una fase di didattica interregionale; all’interno di questa seconda fase didattica si ricorrerà alle metodologie formative sopra indicate, promuovendo la cooperazione tra più comitati UISP, provenienti da più regioni tra loro limitrofe, su tematiche di interesse interregionale. Le esperienze ed i risultati di tutta la didattica saranno presentati nel manuale di formazione che sarà elaborato e realizzato nella fase di capitalizzazione.



Documentazione

Materiale didattico

Rassegna stampa

La guida metodologica

Galleria fotografica

Video





:: 16.03.10 - FORMAZIONE UISP: PUBBLICATA LA GUIDA METODOLOGICA DEL PROGETTO "ALLENARE LE COMPETENZE ALL'INNOVAZIONE IN UNA MODERNA ASSOCIAZIONE DI SPORTPERTUTTI" ::

E? attualmente in fase di distribuzione ai corsisti che hanno partecipato all?iniziativa, ai comitati e alle leghe regionali e territoriali, la guida [...]



:: 30.11.09 - PROGETTI UISP: IL PARCO DELLE DOLOMITI FRIULANE OSPITA "ALLENARE LE COMPETENZE ALL'INNOVAZIONE IN UNA MODERNA ASSOCIAZIONE DI SPORTPERTUTTI" ::
Dal 25 al 27 settembre si svolgerà nell?ambito del progetto di formazione 383 ?Allenare le competenze all?innovazione in una moderna associazione [...]



:: 30.11.09 - FORMAZIONE UISP, "ALLENARE LE COMPETENZE"/2: "L'OBIETTIVO E' DEFINIRE UN MODELLO DI COMPETENZE UTILI AL RUOLO DI DIRIGENTE ASSOCIATIVO". Intervista a U.Porri ::
Le competenze trasversali dei dirigenti associativi: questa tematica è stata al centro dell'incontro conclusivo del progetto nazionale 383: ?Allenare [...]



:: 30.11.09 - FORMAZIONE UISP, "ALLENARE LE COMPETENZE"/1: "ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DOBBIAMO ESSERE CONSAPEVOLI DEGLI SCENARI FUTURI". Intervento di V. Manco ::
Vincenzo Manco, vicepresidente nazionale Uisp, è intervenuto all'appuntamento di formazione nazionale, conclusivo del progetto ?Allenare le competenze [...]