Contattaci CONTATTACI   CREDITS    
 
    Home HOME   LEGGE 383   PROGETTI   DOCUMENTAZIONE   FORUM   BANCA DATI DEL PROGETTO   LOGIN


Crescere in rete: un’esperienza di formazione a distanza

I profondi cambiamenti a cui oggi stiamo assistendo stanno modificando il nostro modo di vivere, di lavorare e di comunicare. Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione svolgono un ruolo centrale in questo processo poiché consentono di elaborare, di trasmettere e quindi di accrescere il principale motore di trasformazione della società: la conoscenza. Per questo è cresciuta d’importanza la prima fonte di creazione della conoscenza, la formazione. Accanto al ruolo strategico della scuola e dell’università, oggi c’è sempre più bisogno di formazione per gli adulti. La formazione on line è la forma più evoluta di gestione dell’apprendimento. Si svolge tramite il Web e non richiede nessuna attrezzatura particolare, che non sia un PC connesso ad Internet; è la metodologia formativa più flessibile, perché consente di gestire spazi e tempi di apprendimento. Grazie all’apprendimento collaborativo, gli allievi sono finalizzati ad obiettivi operativi comuni e possono avvalersi del più efficace metodo formativo: imparare facendo (learning-by-doing). La formazione on line permette di ridurre i costi, poiché elimina le spese di trasferta del personale e consente di ottimizzare le risorse, ma anche di risparmiare sulle azioni ripetute. Infine, la conoscenza può essere trasmessa con l’uso combinato di più media (testi, immagini, suoni, filmati), arricchendo l’esperienza formativa. Si adatta particolarmente a situazioni quali: la formazione continua; l’aggiornamento professionale; la necessità di aggiornare un elevato numero di soggetti distribuiti sul territorio; l’esigenza di adeguare le pratiche correnti ai nuovi metodi di lavoro. Soprattutto, esprime al massimo le sue potenzialità quando si tratta di associare l’apprendimento alla dimensione del lavoro collaborativo. Nell'apprendimento collaborativo basato sul computer l'enfasi è posta sui modi in cui la tecnologia può essere usata per mediare e supportare la comunicazione tra i membri di gruppi impegnati in un'attività di apprendimento, rimuovendo i limiti spaziali e temporali. L'enfatizzazione dell'apprendimento come processo sociale prevede la costruzione attiva di nuove conoscenze attraverso l'interazione di gruppo e la discussione tra pari; l'efficacia degli approcci di apprendimento cooperativo (o collaborativo) dipende da fattori quali la costruzione attiva della conoscenza e il feedback motivante proveniente dagli altri.

Obiettivi

  • Formare dirigenti e quadri Uisp su temi fondamentali per il futuro sviluppo dell’Associazione. Nello specifico:1) Marketing Sociale; 2) Fund raising; 3) Management degli impianti sportivi.

  • Costruire un processo di innovazione tecnologica dell'Associazione che abbia come basi di sviluppo la Piattaforma Web e i Poli Tecnologici.

  • Accrescere la consapevolezza dell’utilizzo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione come strumenti privilegiati di lavoro all’interno dell’Associazione vista come Learning Organisation.

Azioni

L’apprendimento collaborativo basato sul computer deve trovare le condizioni adatte per una sua efficace realizzazione e messa in atto. Innanzitutto, esso richiede un adeguato supporto tecnologico con il quale i discenti devono stabilire una buona confidenza di utilizzo. Inoltre, la gestione di gruppi che operano in ambiente collaborativo è assai facilitata se il numero di studenti non è troppo elevato. Nell'ambito della formazione a distanza, l'approccio "on-line education" ("formazione in rete") è particolarmente indicato per facilitare sia il superamento dell'isolamento del singolo partecipante, sia la valorizzazione dei suoi rapporti con il gruppo. In quest’ottica, una parte rilevante del processo formativo avviene in rete, attraverso l'interazione dei partecipanti in una vera e propria comunità di apprendimento. Concretamente, il processo di insegnamento/apprendimento si basa su: video-audio lezioni di presentazione; studio dei materiali didattici ipertestuali (resoconto dettagliato della lezione, riferimenti bibliografici, esercitazioni, studio di casi) elaborati e situati nella piattaforma web; esecuzione delle attività suggerite dai tutor, sia nell’ambito dei poli tecnologici, sia autonomamente; interazione delle diverse componenti della "comunità di apprendimento" (partecipanti, tutor, docenti) sia all’interno dei poli tecnologici, sia tramite contatti “virtuali”; incontri di valutazione in aula "reale" con la presenza di tutti i partecipanti, dei tutor e dei docenti. Il modello didattico “misto” individuato prevede vari scenari di apprendimento ed offre ai partecipanti la possibilità di sperimentare varie situazioni di operatività (classe virtuale, apprendimento collaborativo, auto-apprendimento, auto-apprendimento assistito da tutor). L’integrazione tra i servizi on line e i processi organizzativi è un tema chiave; è necessario che tutti i livelli organizzativi siano coinvolti, che cioè siano il più possibile distribuite sia le capacità di utilizzo degli strumenti di rete, sia la "cultura" di utilizzo di questi mezzi, che, per loro natura, richiedono un approccio non convenzionale ai metodi di lavoro.




La guida metodologica