Contattaci CONTATTACI   CREDITS    
 
    Home HOME   LEGGE 383   PROGETTI   DOCUMENTAZIONE   FORUM   BANCA DATI DEL PROGETTO   LOGIN


Progettisti dello Sportpertutti: un nuovo spazio dei giovani (Settembre 2007 – Agosto 2008)

La socializzazione sportiva avviene nei primissimi anni dell'infanzia, in cui per il bambino il movimento rappresenta una espressione naturale ed è esposto alle suggestioni di uno sport che stimola la fantasia e i sogni, fornisce miti e motivi di emulazione; in questa fase i bambini sono accompagnati e sostenuti dalle famiglie. Un modello che contiene però anche fenomeni distorsivi come il campionismo, la ricerca della vittoria a tutti i costi, la specializzazione precoce. Successivamente nell'età adolescenziale, nel momento in cui i ragazzi sono in grado di far valere il proprio punto di vista nei confronti degli adulti e della famiglia, matura spesso l'idea del distacco dalla pratica sportiva. Il drop-out, dunque, caratterizza in particolare la fascia d'età 13–18 anni con un tasso che sfiora il 20%. Tale distacco appare in misura significativa come rifiuto nei confronti del modello più che dei contenuti della proposta, con adulti (allenatori, tecnici) che non riescono a motivare, né a gestire il rapporto con la competizione e la selezione sportiva, elementi che non si possono tradurre in una sconfitta complessiva, ma che rappresentano un passaggio naturale di chiunque pratichi una qualsiasi attività non solo sportiva. In questo quadro, l'Uisp intende proporre un progetto di attività per i ragazzi delle scuole medie superiori, finalizzato alla creazione di contesti socio-educativi capaci di coinvolgere classi, insegnanti, società sportive e associazionismo.

Obiettivi:

  • Proporre un percorso concreto e attuabile nel mondo dello sportpertutti, a misura di ciascuno, come intervento preventivo nei confronti del fenomeno del drop-out giovanile, non finalizzato alla performance ma all’aggregazione e al divertimento.
  • Promuovere spazi di collaborazione fattiva tra i diversi soggetti che sul territorio sono impegnati nel mondo dell’adolescenza.
  • Condurre un'attività educativa con esperienze sul campo, in grado di influenzare lo sviluppo individuale e l’integrazione, sia nel gruppo dei pari, sia nel contesto di riferimento, rivolta ai ragazzi delle scuole medie superiori che, attraverso la creazione di contesti socio-educativi specifici, porti alla costruzione di autonomie positive e di un nuovo rapporto con lo sportpertutti.

Azioni:

La proposta prevede l’offerta di un percorso extrascolastico di accompagnamento al "tempo non protetto" dei preadolescenti e adolescenti, affinché possano sperimentare liberamente e in modo costruttivo, per poter mettere in gioco le loro esperienze e recuperare un positivo rapporto con lo sport inteso come stile di vita ed esperienza complessiva. Il progetto prevede la collaborazione delle scuole, dei comitati Uisp e delle loro società sportive, con la creazione di 10 laboratori che partendo dall'ambito scolastico si svilupperanno sul territorio in percorsi strutturati sulle tematiche della vela, dell'ambiente naturale e del gioco di ruolo. Ciascun laboratorio sarà un percorso strutturato, da un lato, sull'alternarsi di attività realizzate all'interno delle scuole con altre realizzate all'esterno e, in particolare, in contesti funzionali alle proposte; dall'altro sulla compresenza di momenti di attività teorica e di ricerca con spazi di sperimentazione pratica.

1VELA: è un laboratorio pensato per integrare le attività socio–pedagogiche e animativo–aggregative rivolte a giovani adolescenti. La vela, in questo senso, è un "mondo" che racchiude diversi significati: viaggio, scoperta, convivenza, attività fisico-sportiva, svago, collaborazione. Le attività, a partire da quelle formative, porteranno i ragazzi a costruire un modello di barca nella fase pratica.

2AMBIENTE NATURALE: l’attività vuole stimolare la curiosità, le capacità culturali e le abilità pratiche dei partecipanti attraverso lo studio, la progettazione e la messa in opera di percorsi escursionistici in parchi e aree protette, con i quali valorizzare beni ambientali (naturali e manufatti). La caratteristica del progetto è di attribuire al “bene ambientale”, generalmente messo sotto tutela, la connotazione di “risorsa per il futuro”.

3GIOCO DI RUOLO: l’attività proposta sarà relativa ad aspetti tecnici/didattici/organizzativi, attraverso la realizzazione di un vero e proprio gioco di ruolo in cui affrontare lo sport da una specifica angolatura: la costituzione e la gestione di una società sportiva, fino all’organizzazione di un evento.




Rassegna stampa

Materiale didattico

L'esperienza delle 18 città

Convegno finale

Progettisti su "News Generation"

La valutazione

Forum
Il forum del progetto

Galleria fotografica

Questionario online





:: 04.06.08 - PROGETTISTI DELLO SPORTPERTUTTI COINVOLGE OLTRE 200 STUDENTI DI 18 DIVERSE CITTA'ITALIANE. ::
"Progettisti dello sportpertutti, un nuovo spazio dei giovani" è il progetto dell'Uisp finanziato dal Ministero della Solidarietà [...]



:: 04.06.08 - PROGETTISTI DELLO SPORTPERTUTTI UISP: 150 STUDENTI DI 18 DIVERSE CITTA'ITALIANE IL RESOCONTO DELL?ESPERIENZA MOLTO PARTICOLARE. Intervista a D. Rossi ::
Le Gole del Forello (Baschi, TR) sono state la cornice naturale dell?evento finale del progetto dell'Uisp, finanziato dal Ministero della Solidarietà [...]



:: 21.05.08 - Progettisti su "News generation" - Radio Uno Rai ::
Mercoledì 21 maggio, alle 14.45, andrà in onda la trasmissione di Radio Rai "News generation" che parlerà di "Progettisti [...]



:: 14.05.08 - Progettisti su "News generation" - Radio Uno Rai ::
Giovedì 15 maggio, alle 14.45, andrà in onda la trasmissione di Radio Rai "Newsgeneration" che parlerà di "Progettisti [...]