Contattaci CONTATTACI   CREDITS    
 
    Home HOME   LEGGE 383   PROGETTI   DOCUMENTAZIONE   FORUM   BANCA DATI DEL PROGETTO   LOGIN


UISP E AMBIENTE: un processo formativo per uno sport sostenibile (Novembre 2009 - Ottobre 2010)

Le ragioni per le quali un'associazione come la UISP si occupa di ambiente sono fortemente connesse con la sua identità. In primo luogo, perché il corpo rappresenta il primo ambiente con cui abbiamo a che fare (ecologia del corpo) e l'obiettivo deve essere rendere il più possibile permeabili e compatibili i confini tra "interno" e "esterno". In secondo luogo, perché la UISP, nel parlare di sportpertutti, propone lo sport come diritto di cittadinanza. Porsi in un'ottica di diritti di cittadinanza porta inevitabilmente a confrontarsi anche con quelli che possono essere definiti "diritti ambientali". Lo sport, le iniziative dell'Associazione in genere, sono attività umane e, come tali, hanno un impatto sull'ambiente circostante, che può essere alto o basso, sostenibile o insostenibile. La sostenibilità è un tema complesso, che comprende pensieri specialistici, scientifici, sociali, economici e, pertanto, anche educativi. La comprensione del termine sostenibilità è riassumibile in alcuni principi fondamentali: interdisciplinarietà, flessibilità del concetto di "sostenibile", attenzione a tutte le conoscenze umane, valutazione in rapporto ai progressi scientifici, approccio sistemico integrato. Non è azzardato definire tale visione come una "rivoluzione culturale" che mette in discussione i sistemi e la capacità di elaborare risposte sostenibili rispetto alla complessità dei problemi. Obiettivo generale è pertanto sviluppare un intervento formativo, capace di rafforzare il sistema UISP nella sua complessità, costruendo una cultura progettuale orientata alla logica dello sviluppo sostenibile, con un'azione che non si esaurisca al termine delle attività, ma sia capace di "promuovere rete ed iniziative", valorizzando il contesto in cui i componenti la rete agiscono.

Obiettivi

Il progetto si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi: A) Formare dirigenti, quadri e giovani futuri dirigenti su aree di fondamentale importanza ed interesse per lo svolgimento delle loro funzioni associative. B) Realizzare un intervento formativo ricorrendo ad un'impostazione metodologicamente flessibile; pertanto sia il ricorso a metodologie didattiche diversificate quali lezioni d'aula, focus group, outdoor, role playing, formazione a distanza, sia in riferimento a modalità formative per le quali si prevedono, a seguito di una didattica nazionale comune, specifici momenti di approfondimento tecnico-sperimentale a carattere interregionale. C) Rafforzare il processo di innovazione della cultura organizzativa della UISP Learning Organisation. D) Promuovere un modello di formazione a carattere nazionale che rafforzi i caratteri di sistema dell'Associazione sul piano identitario e valoriale e le conseguenti scelte operative.

Azioni

L'iniziativa avrà una durata di 12 mesi. L'attività didattica sarà organizzata in 4 momenti distinti nell'arco di 6 mesi: in primo luogo, un'attività formativa tradizionale, frontale, sui temi della sostenibilità e, successivamente, sulla applicazione di tali basi teoriche in ambito associativo. Si tratterà di lezioni frontali d'aula, centrate sulla componente teorica, ma che favoriranno l'avvio del lavoro delle classi, permetteranno ai docenti di presentarsi ai corsisti introducendo il programma esecutivo del corso, così come ai gruppi classe di incontrarsi e conoscersi de visu - elemento questo fondamentale per promuovere la motivazione dei corsisti - attivando la didattica. Al termine dell'attività didattica, il gruppo dei corsisti sarà diviso in 5 sottogruppi: impiantistica, recupero di aree degradate, eventi e manifestazioni, parchi naturali e reti sostenibili. Tale suddivisione avverrà sia sulla base dell'interesse dei corsisti, sia funzionalmente alle attività che essi svolgono quotidianamente nell'associazione, sia funzionalmente ad un criterio di congruità geografica che possa facilitare l'interazione tra i componenti. A ciascuno dei quattro gruppi identificati sarà assegnato un tutor che ne accompagnerà il lavoro: tale lavoro sarà basato sia su incontri per i quali si ricorrerà a metodologie formative alternative (focus group, outdoor, role playing, metodologie che per loro natura permetteranno di strutturare momenti specifici, finalizzati a favorire l'apprendimento, sviluppando situazioni di esemplificazione delle principali dinamiche psico-sociologiche che si originano nei gruppi) sia su momenti pratici, basati sulla strutturazione di progetti, manifestazioni ed eventi legati al territorio, prevedendo anche visite nei siti dove tali iniziative avranno luogo così come in aree, impianti, parchi dove tali iniziative hanno già avuto luogo e sia pertanto possibile studiarne de visu le relative basi tecniche. Le componenti teoriche saranno anche organizzate in forma di e-learning puro, grazie al sito web http://legge383.uisp.it/, in cui saranno riportate le lezioni svolte. La funzione dei tutor sarà quella di accompagnare i gruppi in un'azione di progressiva valutazione e rimodulazione. Le progettazioni saranno pensate per essere attuate e verificate con i criteri della sostenibilità, rappresentando il follow up dell'iniziativa. L'impostazione dei percorsi formativi consentirà di raggiungere i seguenti obiettivi: fare sperimentare ai dirigenti e agli operatori la progettazione di iniziative concepite in maniera sostenibile; formare gruppi di dirigenti con competenze atte a valutare sperimentalmente la sostenibilità delle iniziative realizzate; consentire ai dirigenti formati sui temi della sostenibilità di costituire una rete nazionale di "esperti" nella misura dei MIPS; consentire l'acquisizione, su base nazionale, di materiali sperimentali sui quali costruire una banca dati da interpretare ed utilizzare come guida per favorire una migliore definizione delle politiche ambientali dell'associazione.



Didattica I° fase

Materiale didattico I° fase

Approfondimenti

Didattica II° fase - Arenzano (GE) -

Didattica II° fase - Tosco Emiliano -

Didattica II° fase - Mormanno -

Didattica II° fase - Auditorium San Domenico -

La guida metodologica

Interventi Corso Formazione 383
Scarica gli interventi in formato mp3





:: 16.03.10 - "UISP E AMBIENTE: UN PROCESSO FORMATIVO PER UNO SPORT SOSTENIBILE". A ROMA L'INCONTRO PREPARATORIO TRA DOCENTI E TUTOR CHE GUIDERANNO I CORSISTI NEL PROGETTO ::

Alla luce dei concetti espressi nella prima fase di corso, appena conclusa, del progetto "Uisp e Ambiente: un processo formativo per uno sport sostenibile", [...]



:: 22.02.10 - ?UISP E AMBIENTE?: PARTE LA PRIMA SERIE DI INCONTRI, PER AFFRONTARE FONDAMENTI, MODELLI E STRUMENTI DELLA SOSTENIBILITA?. Intervista a S. Cannavò ::
Dal 19 al 21 febbraio, primo appuntamento con il corso di formazione Uisp e Ambiente, uno dei progetti 2010 realizzato grazie al finanziamento erogato [...]



:: 03.02.10 - AVVIO ATTIVITA' PROGETTO: "UISP E AMBIENTE: UN PROCESSO FORMATIVO PER UNO SPORT SOSTENIBILE" - Lettera D/2008. ::
Ha preso il via in data 29 ottobre 2009 il progetto: "UISP E AMBIENTE: un processo formativo per uno sport sostenibile".
Le attività [...]